Hashtag strategy, come scegliere le etichette giuste

Oggi le aziende riconoscono limportanza degli hashtag come strategia di marketing digitale, per far s che i loro contenuti siano visti dal maggior numero di utenti del web e diventino virali. Bisogna abbandonare lidea che il tutto avvenga nellimmediato, ci vuole tempo e pazienza affinch un hashtag garantisca il raggiungimento di pi persone. Vediamo insieme come funziona questo mondo.I vantaggi degli hashtagGli hashtag sono etichette, da hash che significa cancelletto e tag che significa etichetta, utilizzati sui social media per facilitare la ricerca di un argomento o di un determinato contenuto. Da semplice strumento di ricerca, per, con il tempo gli hashtag sono diventati importanti veicoli di marketing utilizzati dalle aziende per creare conversazioni sul proprio brand e campagne di marketing, dai professionisti per mostrare i propri contenuti, dai singoli per scoprire nuove tendenze, identificarsi in una community e collegarsi ai propri interessi. Esistono diversi tipi di hashtag i Branded Hashtag costituiti dal nome dellazienda o di un prodotto, oppure di una campagna di marketing i Community Hashtag che identificano un interesse comune ad un gruppo di utenti quelli pi generici, creati per raggruppare contenuti virali per essere utilizzati il pi possibile dagli utenti. Ricordati che necessario usare in modo corretto gli hashtag perch pu aiutarti a migliorare la visibilit dei tuoi contenuti. Utilizzali in modo responsabile, senza esagerare perch troppi in un post potrebbe penalizzare il tuo posizionamento. In conclusione, gli hashtag servono a semplificare la ricerca di contenuti aiutare gli utenti di Internet a trovare i contenuti tenere traccia delle conversazioni migliorare la visibilit dei post raggruppare e facilitare il tracciamento degli argomenti.Gli hashtag e le piattaformeSapevi che gli hashtag sono nati su Twitter Su questo social sono utilizzati per raggruppare gli argomenti di tendenza allordine del giorno trending topics. Sulla sidebar sono mostrati gli hashtag pi popolari del momento. Puoi anche cercare un hashtag nellapposita barra di ricerca dove potrai scegliere lopzione Top che mostra i post pi rilevanti e popolari anche di utenti che non segui Tutto che ti mostra tutti i tweet che stanno usando lhashtag in tempo reale mentre Gente che segui mostra i risultati legati agli utenti che segui. Se vuoi approfondire largomento, puoi leggere larticoloTwitter for business, come aumentare la popolarit del tuo brand.Su Facebookgli hashtag non hanno riscosso particolare successo. Tuttavia, anche su questa piattaforma possono trovare utilit. Se clicchi su un hashtag, sarai condotto ad una pagina che elenca tutti i risultati pi rilevanti che contengono lhashtag usato. Utilizzane uno, massimo due di tipo branded, per identificare la tua attivit. Su Instagram, invece, gli hashtag possono davvero fare la differenza, perch ti permettono di raggiungere nuovi pubblici. Puoi usarne fino a 30 per ogni post, ma un numero alto pu penalizzare il posizionamento. Hai anche la possibilit di seguire tutta una lista di hashtag attinenti al tuo brand proprio come se si trattasse di un profilo e questo pu esserti utile a scoprire quali sono le tendenze di settore. Nella story di Instagram lhashtag ti permette di far scoprire il tuo account a chi ancora non ti segue se coinvolgente il tuo contenuto comparir nella parte superiore della pagina che riporta i risultati di ricerca del tag menzionato. Puoi anche creare da solo un hashtag, usando il nome della tua attivit o legando lhashtag ad una campagna o prodotto da te promosso o venduto. Approfondisci largomento con la lettura del nostro articoloInstagram Ads, come funziona la pubblicit sul visual social.Non tutti sanno che anche suLinkedIn gli hashtag sono un valido strumento per dare visibilit ai post. Sono stati introdotti nel 2018, in ritardo rispetto ad altre piattaforme, e si muovono in un modo diverso rispetto al tradizionale. Essendo infatti LinkedIn una piattaforma professionale, importante che gli hashtag si mantengano su questo tenore. Ti consigliamo la lettura del nostro articoloLinkedIn, come funziona il social dedicato al mondo del lavoro.Se invece vuoi utilizzare al meglio gli hashtag su Pinterest sappi che prima di pubblicare un nuovo contenuto dovrai fare una ricerca per capire dove posizionarlo e quali sono gli hashtag migliori da mettere in descrizione. Non solo importante sapere come usare gli hashtag su Pinterest ma anche quanti se ne possono usare il centro assistenza consiglia di non inserirne pi di 20. In generale vanno inseriti alla fine della descrizione, puoi anche utilizzarli allinterno del tuo contenuto ma senza esagerare.IL GLOSSARIO DELLA HASHTAG STRATEGYBranded Hashtag Sono hashtagcostituiti dal nome dellazienda o di un prodotto, oppure di una campagna di marketing es cornettoalgida lapuntadicornetto.Community Hashtag Identificano un interesse comune ad un gruppo di utenti es igersHashtagGli hashtag sono etichette, da hash, che significa cancelletto e tag, che significa etichetta, utilizzati sui social media per facilitare la ricerca di un argomento o di un determinato contenutoPER APPROFONDIREStrategie di marketing digitale gli hashtagUsing Instagram hashtag to grow your businessHashtag, come e perch utilizzarliCome guadagnare con le affiliazioni ai bookmakers online, un network per gestire tutte le tue affiliazioni che ti fornisce un sito e una app affiliazioni. Come ottenere un sito Internet con molto traffico e una App affiliazioni per gestire tutto e monetizzare. Gestione delle affiliazioni ai bookmakers online per pubblicizzare i siti di betting online e guadagnare con i bonus.

 

Hub Affiliations

EXPERTS
Hashtag strategy,<br /> come scegliere le etichette giuste
Hashtag strategy,<br /> come scegliere le etichette giuste
1920-1371
giugno
29
Hashtag strategy,
come scegliere le etichette giuste
A CURA DI HUB AFFILIATIONS IN  HUBAFFILIATIONS 

Oggi le aziende riconoscono l’importanza degli hashtag come strategia di marketing digitale, per far sì che i loro contenuti siano visti dal maggior numero di utenti del web e diventino virali. Bisogna abbandonare l’idea che il tutto avvenga nell’immediato, ci vuole tempo e pazienza affinché un hashtag garantisca il raggiungimento di più persone. Vediamo insieme come funziona questo mondo. 

I vantaggi degli hashtag 
Gli hashtag sono etichette, da hash che significa “cancelletto” e tag che significa “etichetta”, utilizzati sui social media per facilitare la ricerca di un argomento o di un determinato contenuto. Da semplice strumento di ricerca, però, con il tempo gli hashtag sono diventati importanti veicoli di marketing utilizzati dalle aziende per creare conversazioni sul proprio brand e campagne di marketing, dai professionisti per mostrare i propri contenuti, dai singoli per scoprire nuove tendenze, identificarsi in una community e collegarsi ai propri interessi. Esistono diversi tipi di hashtag: i Branded Hashtag costituiti dal nome dell’azienda o di un prodotto, oppure di una campagna di marketing; i Community Hashtag che identificano un interesse comune ad un gruppo di utenti; quelli più generici, creati per raggruppare contenuti virali per essere utilizzati il più possibile dagli utenti. Ricordati che è necessario usare in modo corretto gli hashtag perché può aiutarti a migliorare la visibilità dei tuoi contenuti. Utilizzali in modo responsabile, senza esagerare perché troppi in un post potrebbe penalizzare il tuo posizionamento. In conclusione, gli hashtag servono a semplificare la ricerca di contenuti; aiutare gli utenti di Internet a trovare i contenuti; tenere traccia delle conversazioni; migliorare la visibilità dei post; raggruppare e facilitare il tracciamento degli argomenti. 

Gli hashtag e le piattaforme
Sapevi che gli hashtag sono nati su Twitter? Su questo social sono utilizzati per raggruppare gli argomenti di tendenza all’ordine del giorno (trending topics). Sulla sidebar sono mostrati gli hashtag più popolari del momento. Puoi anche cercare un hashtag nell’apposita barra di ricerca dove potrai  scegliere l’opzione “Top” che mostra i post più rilevanti e popolari (anche di utenti che non segui); “Tutto” che ti mostra tutti i tweet che stanno usando l’hashtag in tempo reale mentre “Gente che segui” mostra i risultati legati agli utenti che segui. Se vuoi approfondire l'argomento, puoi leggere l'articolo Twitter for business, come aumentare la popolarità del tuo brand. Su Facebook gli hashtag non hanno riscosso particolare successo. Tuttavia, anche su questa piattaforma possono trovare utilità. Se clicchi su un hashtag, sarai condotto ad una pagina che elenca tutti i risultati più rilevanti che contengono l’hashtag usato. Utilizzane uno, massimo due di tipo branded, per identificare la tua attività. Su Instagram, invece, gli hashtag possono davvero fare la differenza, perché ti permettono di raggiungere nuovi pubblici. Puoi usarne fino a 30 per ogni post, ma un numero alto può penalizzare il posizionamento. Hai anche la possibilità di seguire tutta una lista di hashtag attinenti al tuo brand proprio come se si trattasse di un profilo e questo può esserti utile a scoprire quali sono le tendenze di settore. Nella story di Instagram l’hashtag ti permette di far scoprire il tuo account a chi ancora non ti segue: se coinvolgente il tuo contenuto comparirà nella parte superiore della pagina che riporta i risultati di ricerca del tag menzionato. Puoi anche creare da solo un hashtag, usando il nome della tua attività o legando l’hashtag ad una campagna o prodotto da te promosso o venduto. Approfondisci l'argomento con la lettura del nostro articolo Instagram Ads, come funziona la pubblicità sul visual socialNon tutti sanno che anche su LinkedIn gli hashtag sono un valido strumento per dare visibilità ai post. Sono stati introdotti nel 2018, in ritardo rispetto ad altre piattaforme, e si muovono in un modo diverso rispetto al tradizionale. Essendo infatti LinkedIn una piattaforma professionale, è importante che gli hashtag si mantengano su questo tenore. Ti consigliamo la lettura del nostro articolo LinkedIn, come funziona il social dedicato al mondo del lavoro Se invece vuoi utilizzare al meglio gli hashtag su Pinterest sappi che prima di pubblicare un nuovo contenuto dovrai fare una ricerca per capire dove posizionarlo e quali sono gli hashtag migliori da mettere in descrizione. Non solo è importante sapere come usare gli hashtag su Pinterest ma anche quanti se ne possono usare: il centro assistenza consiglia di non inserirne più di 20. In generale vanno inseriti alla fine della descrizione, puoi anche utilizzarli all'interno del tuo contenuto ma senza esagerare.

IL GLOSSARIO DELLA HASHTAG STRATEGY

Branded Hashtag:
Sono hashtag costituiti dal nome dell’azienda o di un prodotto, oppure di una campagna di marketing (es: #cornettoalgida #lapuntadicornetto).
Community Hashtag: Identificano un interesse comune ad un gruppo di utenti (es: #igers)
Hashtag: Gli hashtag sono etichette, da hash, che significa “cancelletto” e tag, che significa “etichetta”, utilizzati sui social media per facilitare la ricerca di un argomento o di un determinato contenuto

PER APPROFONDIRE

Strategie di marketing digitale: gli hashtag

Using Instagram hashtag to grow your business

Hashtag, come e perché utilizzarli

CONDIVIDI:
Hashtag strategy come scegliere le etichette giuste network high network affiliazione network
Hashtag strategy come scegliere le etichette giuste network high network affiliazione network
Hashtag strategy come scegliere le etichette giuste network high network affiliazione network
Hashtag strategy come scegliere le etichette giuste network high network affiliazione network

Leggi anche:
News
Ubersuggest, come scegliere le parole chiave giuste
Tra gli argomenti più diffusi per chi gestisce un sito web, c’è senza dubbio la famosa SEO e ci sono numeros...
>>
News
Digital Customer Journey, conoscere il viaggio del consumatore
Il percorso che ogni persona, spinta da un bisogno, intraprende per dirigersi verso un acquisto si chiama customer journey, vale...
>>
News
Domenico Dragone, un Event and Media Global Manager in Hub Affiliations
Un event manager in casa Hub Affiliations. È Domenico Dragone, fondatore del sito “The Betting Coach”, che ...
>>
News
Article marketing, promuovere un brand con i redazionali
Per pubblicizzare il tuo brand o la tua azienda, hai bisogno di promuovere sul web i contenuti che realizzi, affinché rag...
>>
News
Link Popularity, ottieni visibilità per il tuo sito web
Da tempo ormai hai aperto il tuo sito web e, nonostante sia ottimizzato, abbia una struttura SEO oriented e sia pieno di contenu...
>>
News
Rispondi al tuo pubblico con Answer The Public
Quando scrivi contenuti online, oltre alla forma, alla qualità e all’originalità, dovresti pensare che cosa ...
>>
News
Tik Tok for business, nuove opportunità per aziende e marketer
Disponibile in 75 lingue e per oltre 150 mercati, TikTok for business è la piattaforma globale lanciata, appena qualche s...
>>
News
Dal content al social media: strategie di digital marketing
Intercettare il proprio pubblico, nel posto giusto e al momento giusto. È questo l’obiettivo del marketing che oggi...
>>
News
WhatsApp Business, due nuove funzioni per gestire i tuoi affari
Sapevi che WhatsApp è un valido strumento di marketing? Nel mondo sono più di 50 milioni gli utenti che lo utilizz...
>>
t:0.16 s:54874 v:7553425